fbpx

Regolamento generale e di trasporto

valido per il comprensorio sciistico nella conca di Pila e per gli impianti in concessione alla società Pila S.p.A.

1. OGGETTO

1.1
Il presente Regolamento regola le condizioni contrattuali relative all’acquisto e all’utilizzo degli skipass giornalieri, plurigiornalieri (consecutivi e non consecutivi), stagionali, annuali, dei biglietti di andata e ritorno, delle tessere punti (di seguito i “Titoli di Viaggio”) nonché i termini e le condizioni di utilizzo delle piste.
1.2
L’acquisto del Titolo di Viaggio implica conoscenza ed accettazione di tutte le condizioni stabilite dal presente Regolamento, visionabile presso le biglietterie nonché sul sito internet della società Pila S.p.A. www.pila.it, e delle leggi nazionali e regionali che disciplinano gli sport invernali e l’utilizzo degli impianti di risalita.

2. PERIODO DI ESERCIZIO

2.1
Il periodo di inizio e termine dell’esercizio invernale ed estivo è fissato ad insindacabile giudizio della Direzione sulla base delle condizioni climatiche, dello stato delle piste, dell’innevamento e delle esigenze tecniche di manutenzione degli impianti.
La pubblicazione delle date di inizio e termine di ciascuna stagione sciistica ha valore meramente indicativo e non costituisce impegno ad aprire la stazione o a mantenerla aperta.
2.2
Quando ciò sia imposto da inderogabili esigenze (quali ad esempio condizioni climatiche, condizioni di innevamento, motivi di sicurezza) o cause di forza maggiore (quali, a titolo esemplificativo, blackout elettrici, scioperi, anche del proprio personale, incendi, terremoti, guerre, attentati terroristici, epidemie, pandemie, ordini delle autorità, e, più in generale, per motivi indipendenti dalla volontà e dalla sfera di controllo della società Pila S.p.A.), l’esercizio potrà essere sospeso in qualsiasi momento, provvisoriamente o definitivamente per tutti o parte degli impianti.
2.3
In caso di sospensione provvisoria o definitiva dell’esercizio per uno dei motivi indicati al presente articolo all’acquirente non competerà alcun rimborso o risarcimento.
In particolare gli abbonamenti stagionali danno diritto all’utilizzo degli impianti unicamente nel periodo di effettiva apertura, a prescindere dalla durata prevista della stagione. L’acquirente prende atto che acquistando l’abbonamento l’acquirente assume su di sé il rischio che la stagione sciistica possa avere durata inferiore a quella che si aspettava, essendo tale rischio compensato dai vantaggi derivanti dal poter usufruire per l’utilizzo degli impianti di una tariffa forfettaria.

3. ORARIO DI ESERCIZIO

3.1
L’orario di esercizio degli impianti viene stabilito dalla Direzione e portato a conoscenza del pubblico mediante avvisi affissi alle biglietterie ed alle stazioni degli impianti nonché sul sito internet della società Pila S.p.A. www.pila.it. L’orario potrà subire variazioni anche nel corso della giornata, per esigenze tecniche, di servizio, di sicurezza o di forza maggiore.
3.2
E’ responsabilità dell’utente verificare con attenzione gli orari per il trasporto di rientro. La Direzione non potrà essere ritenuta responsabile nel caso in cui l’utente fosse impossibilitato a fare rientro per cause imputabili all’utente stesso.

4. IMPIANTI IN FUNZIONE

4.1
Il numero ed il tipo di impianti giornalmente in esercizio è stabilito dalla Direzione e può subire variazioni, anche senza preavviso, per esigenze tecniche, di servizio, di sicurezza o di forza maggiore (inclusi a titolo esemplificativo blackout elettrici, scioperi, anche del proprio personale, ordini delle autorità) e, più in generale, per motivi indipendenti dalla volontà e dalla sfera di controllo della società Pila S.p.A. Gli impianti in funzione sono giornalmente indicati con avvisi esposti presso le biglietterie principali e sugli appositi tabelloni segnaletici, nonché sul sito internet della società Pila S.p.A. www.pila.it.
4.2
Nelle ipotesi di cui al presente articolo, così come in caso di attese agli impianti, dovute a qualsiasi motivo non spetterà all’acquirente alcun rimborso o risarcimento, neppure parziale. I prezzi degli skipass sono stabiliti indipendentemente dal numero degli impianti e delle piste aperte nel periodo di validità dello skipass.

5. PRATICA DELLO SCI

5.1

L’ambiente di montagna nel quale si trovano i clienti e le mutevoli condizioni naturali o artificiali che lo caratterizzano, nonché le pratiche sportive (sci, MTB, trekking, alpinismo ecc) costituiscono un rischio connaturato alla natura stessa dell’attività L’acquisto del biglietto e l’utilizzo degli impianti implicano la conoscenza di tali eventualità nonché l’opportuna applicazione del buon senso. La società non è responsabile degli incidenti che possono verificarsi nei percorsi fuoripista anche se serviti dagli impianti medesimi. In particolare nessuno sciatore potrà rivalersi sugli operatori della stazione sciistica per infortuni derivanti da uno qualsiasi dei rischi inerenti alla pratica sportiva, cioè da quelle condizioni che sono parte integrante dello sci, ma non limitate a:

  • mutevoli condizioni meteorologiche;
  • variazione di pendenza del terreno;
  • condizioni della neve (ghiacciata, bagnata, ecc.);
  • condizioni della superficie del terreno (punti non innevati, pietre, rami o buche);
  • impatto con le stazioni degli impianti di risalita o altre strutture;
  • collisione con altri sciatori;
  • infortuni causati dall’imprudenza dello sciatore;
  • percorrenza di piste chiuse e/o di fuori pista in zone insicure e non controllate.
5.2
I percorsi di fuori pista non sono né segnalati né protetti dai pericoli dell’alta montagna dove l’insidia è occulta e nessuno può prevederla in anticipo. I percorsi di fuori pista possono essere pericolosi in qualsiasi momento della stagione invernale. Chi si avventura su questi percorsi di fuori pista lo fa sotto la propria personale responsabilità e a proprio esclusivo rischio e pericolo.
5.3
La società Pila S.p.A. declina ogni responsabilità e non è responsabile degli incidenti che siano conseguenza di comportamenti non conformi posti in essere dagli sciatori e in generale da chiunque acquisti un Titolo di Viaggio durante la loro permanenza sugli impianti, sulle piste e nelle loro pertinenze o da uso improprio degli stessi (quali a titolo esemplificativo e non limitativo, velocità e un comportamento non adeguati alle proprie capacità nonché alle condizioni del terreno, della neve, del tempo e del traffico sulle piste; mancato rispetto delle prescrizioni imposte dalla segnaletica, ove presente, percorrenza di piste chiuse e/o di fuori pista).
5.4
In caso di incidente mantenere la calma, analizzare la situazione, chiamare il 112, iniziare una ricerca a vista e con l’udito, memorizzare l’ora.

6. PISTE DI DISCESA

6.1
La battitura delle piste è effettuata nei tempi e nei modi stabiliti dalla Direzione a suo insindacabile giudizio.
6.2
Le piste chiuse per motivi tecnici o di sicurezza sono indicate su appositi cartelli segnaletici e ne è vietata la percorrenza. Le piste si intendono comunque chiuse trascorsi 15 minuti dall’orario di chiusura dell’impianto servente.
6.3
Il servizio di soccorso sorveglia solo le piste aperte e tracciate. La sorveglianza giornaliera termina con l’ultimo controllo delle piste.
Il servizio di soccorso sulle piste sarà assoggettato al pagamento di € 200,00, a parziale copertura dei costi di soccorso.
6.4
È tassativamente vietato utilizzare mezzi motorizzati o slitte di qualsiasi tipo, anche a chiusura delle piste. I trasgressori dovranno rispondere di eventuali danneggiamenti alle piste o sinistri dovuti al passaggio di detti mezzi.
6.5
È vietato percorrere le piste di sci con mezzi diversi dagli sci, dal monosci e dalla tavola da neve, fatta eccezione per i mezzi meccanici adibiti al servizio delle piste e degli impianti.
6.6
La classificazione delle piste in base al loro grado di difficoltà – nero, rosso e blu – è indicativa delle difficoltà che le stesse presentano, pertanto lo sciatore deve giudicare se la sua perizia gli consente di servirsene senza subire o provocare incidenti.
6.7
L’impianto di innevamento artificiale potrebbe essere in funzione sulle piste e in qualsiasi momento potrebbero essere presenti sui tracciati mezzi battipista e motoslitte. Gli sciatori dovranno dare la precedenza ai mezzi meccanici adibiti al servizio e alla manutenzione delle piste e degli impianti e dovranno consentire la loro agevole e rapida circolazione. Si invitano gli sciatori sciare con attenzione, guardando avanti e tenendosi pronti a fermarsi.
6.8
Ogni sciatore è tenuto all’osservanza dei cartelli indicatori situati lungo le piste. E’ comunque buona norma attenersi alle eventuali segnalazioni di non abbandonare le piste.

7. REGOLE DI CONDOTTA SULLE PISTE DA SCI

7.1

Regole di carattere comportamentale che devono essere rispettate dagli utenti delle piste di sci anche al fine di evitare conseguenze di natura civile e penale:

  1. Rispetto per gli altri: ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo la persona altrui o provocare danno.
  2. Padronanza della velocità: ogni sciatore deve tenere una velocità e un comportamento adeguati alla propria capacità, nonché alle condizioni generali e del tempo.
  3. Scelta della direzione: lo sciatore a monte il quale, per la posizione dominante, ha la possibilità di scelta del percorso deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore a valle.
  4. Traiettorie e precedenze: lo sciatore deve prestare attenzione alle traiettorie degli altri sciatori, in considerazione del tipo di attrezzo utilizzato: sci, snowboard, telemark, carving. È altresì tenuto a dare la precedenza ai mezzi.
  5. Il sorpasso: il sorpasso può essere effettuato, con sufficiente spazio e visibilità, tanto a monte quanto a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre ad una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato.
  6. Spazio minimo per il sorpasso a bordo pista: è buona norma che lo sciatore non curvi sul bordo della pista, ma lasci sempre uno spazio sufficiente per agevolare il suo sorpasso.
  7. Attraversamento e incrocio: lo sciatore che si immette su una pista, o attraversa un terreno di esercitazione, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per sé e per gli altri. Lo stesso comportamento deve essere tenuto dopo ogni sosta.
  8. Sosta: ove si renda necessaria la sosta, lo sciatore deve posizionarsi a bordo pista. È vietato fermarsi nei passaggi obbligati o senza visibilità.
  9. Salita e discesa a piedi: è vietato percorrere a piedi le piste da sci, salvo casi di urgente necessità. In tali casi chi discende la pista senza sci deve tenersi ai suoi bordi. La risalita delle piste è vietata, ma può essere autorizzata dal gestore solo lungo il bordo della stessa.
  10. Rispetto degli obblighi: lo sciatore deve rispettare gli obblighi e i divieti previsti dall’apposita segnaletica.
  11. Utilizzo del casco: tutti i minori di anni 18 e le persone con disabilità hanno l’obbligo di utilizzo del casco. In caso di incompatibilità all’utilizzo del casco dovuta al tipo di disabilità, il medico sportivo può rilasciare certificato attestante la relativa esenzione
  12. Lo sciatore che utilizza le piste da sci alpino deve possedere un’assicurazione in corso di validità che copra la propria responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi.
  13. In caso d’incidente: chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente.
  14. Identificazione: chiunque sia coinvolto in un incidente o ne sia testimone è tenuto a dare le proprie generalità.
  15. È vietato sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche.
7.2
La violazione di tali disposizioni è soggetta a sanzioni amministrative mediante il pagamento di una somma di denaro (€ 50,00 – € 1.000,00).
La vigilanza sull’osservanza di tali norme e l’irrogazione delle relative sanzioni è a data alle forze dell’ordine, ai corpi di polizia locale e al corpo forestale della Valle d’Aosta (L.R. 24/2007).
7.3
Ulteriori norme comportamentali sono previste dal D.Lgs 28 febbraio 2021, n.40, dalla legge regionale n. 2/1992, dal regolamento regionale n. 2/1996 e dalla legge regionale n.27/2004.

8. USO DEGLI IMPIANTI

8.1
Gli utenti nel far uso degli impianti, devono osservare la massima diligenza ed attenzione, in modo da non costituire pericolo per sé o per gli altri, devono conformarsi alle disposizioni di legge e di regolamento, osservando in particolare, tutte le prescrizioni e segnalazioni indicate sui cartelli o avvisi apposti nelle stazioni o lungo i tracciati degli impianti.
8.2
Nel caso di condizioni atmosferiche avverse (in particolare vento forte o tendente a raffiche persistenti) il servizio non sarà più regolare e di conseguenza l’utente deve essere consapevole che il tempo impiegato per la risalita potrà variare anche sensibilmente.
8.3
Gli utenti sono tenuti a risarcire tutti i danni diretti ed indiretti causati per loro colpa o dolo alle persone, agli impianti ed alle cose di proprietà della società o dei terzi.
8.4
Indipendentemente dalle limitazioni o dalle condizioni previste dalla legge e dalle norme in vigore per l’utilizzo degli impianti da parte di bambini o minori e tenendo conto che l’uso di seggiovie e sciovie presuppone da parte dell’utente la predisposizione e/o la capacità dell’esercizio della pratica sportiva oltre al possesso dei requisiti di idoneità fisica adeguati, è fatto divieto a coloro che non siano, anche solo temporaneamente, nelle suddette idonee condizioni di fare uso di tali impianti.
8.5
La Direzione si riserva di non consentire l’uso degli impianti, oltre ai casi previsti dalla legge, anche alle persone che per la loro palese inidoneità quale mutilazioni, condizioni fisiche o mentali, evidente stato di ubriachezza o altro, non appaiono in grado di servirsene senza pericolo per sé e per gli altri.
8.6
È tassativamente proibito portare o introdurre animali sugli impianti, nei locali aperti al pubblico e nel comprensorio sciabile. Può tuttavia essere consentito dalla Direzione il trasporto di cani su determinati impianti purché tenuti al guinzaglio e muniti di museruola.
8.7
È consentito il solo trasporto di cose, materiali ed attrezzature strettamente indispensabili all’esercizio delle pratiche sportive autorizzate nel comprensorio sciabile e secondo le modalità stabilite dalla società Pila S.p.A. in accordo con il Direttore o il responsabile dell’esercizio in modo che ciò non costituisca intralcio e pericolo per i viaggiatori; la società non assume alcuna responsabilità relativa a danneggiamenti, distruzioni o sottrazioni di cose ammesse al trasporto, siano o no al seguito o in possesso delle persone trasportate.
8.8
È vietato in particolare il trasporto di slitte e ski-bob di qualsiasi tipo di impianto del comprensorio.
8.9
La società non risponde di alcun danno agli autoveicoli o alle cose lasciate sulle aree di parcheggio di proprietà o in concessione. E’ esclusa in particolare ogni responsabilità della società Pila S.p.A. per eventuali furti o danni, sia totali che parziali, che il veicolo possa subire ad opera di terzi, così come per i danni e per furti degli oggetti lasciati a bordo, accessori e singole parti dell’autovettura. E’ esclusa inoltre ogni responsabilità per eventuali danni che i conducenti possono causare a se stessi o a terzi, nonché danni causati da atti di vandalismo, o derivati da calamità naturali o per causa di forza maggiore.
8.10
In caso di incidenti, infortuni o quando si vengono comunque a riscontrare situazioni di pericolo o semplicemente anche al fine di prevenirle, l’interessato, o se questi non è in condizioni di farlo, tutti coloro che ne sono a conoscenza dovranno immediatamente segnalare il fatto al personale addetto affinché possano essere predisposte, nel minor tempo possibile, tutte le opportune misure. Fuori dai casi previsti dal secondo comma dell’articolo 593 del codice penale, chiunque nella pratica dello sci o di altro sport della neve, trovando una persona in difficoltà non presta l’assistenza occorrente, ovvero non comunica immediatamente al gestore, presso qualunque stazione di chiamata, l’avvenuto incidente, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 250 euro a 1.000 euro.
8.11
È fatto divieto di usare gli impianti quando siano apposte segnalazioni di impianto chiuso o comunque quando l’accesso ai punti di partenza non sia vigilato dall’apposito personale di controllo.
8.12
E’ vietata la salita alle persone in evidente stato di alterazione delle condizioni psichiche ovvero quelle non sufficientemente protette in relazione alle condizioni climatiche ambientali, quelle portanti oggetti che impediscono un’agevole salita sui veicoli, nonché quelle che per il loro stato o il loro comportamento possano pregiudicare la sicurezza propria e degli altri viaggiatori, disturbare i viaggiatori o turbare l’ordine pubblico.
8.13
Il trasporto di bambini non accompagnati sugli impianti funiviari è consentito solo nel caso in cui questi abbiano altezza superiore a 1.25 m. I bambini di altezza inferiore a 1.25 m. per poter viaggiare non accompagnati debbono dimostrare di aver compiuto 8 anni di età.
8.14
E’ fatto divieto inoltre di accedere a tali impianti con i bambini sulle spalle.

9. GARE E MANIFESTAZIONI

9.1
In occasione di gare o manifestazioni, la Direzione si riserva la facoltà di chiudere al pubblico determinati percorsi, piste, aree e locali necessari al regolare svolgimento di esse, per il tempo strettamente indispensabile alla loro effettuazione. In tali circostanze determinati impianti potranno essere destinati ad uso prioritario degli atleti e del personale interessato, nel limite in cui ciò si renda indispensabile.
9.2
Per tutte le gare e manifestazioni di qualsiasi tipo, la società si limita a mettere a disposizione degli organizzatori attrezzature e materiale di proprietà, senza peraltro assumere qualsiasi responsabilità od onere sia nei confronti dei partecipanti che di terzi. Agli organizzatori farà pertanto carico l’obbligo di predisporre ogni opportuna misura atta a garantire il regolare svolgimento delle gare e manifestazioni, riducendo allo stretto indispensabile e per il minor tempo possibile le limitazioni che dovranno essere imposte ai normali utenti. I dipendenti della società che venissero eventualmente destinati a coadiuvare gli organizzatori opereranno per tutto il tempo in cui saranno messi a disposizione, esclusivamente sotto la totale responsabilità degli organizzatori stessi.
9.3
La Società non si assume alcuna responsabilità nei confronti di chiunque nel caso in cui nel suo comprensorio vengano organizzate da terzi prestazioni e servizi di qualsiasi genere, in quanto la responsabilità della società è strettamente limitata al solo esercizio degli impianti di risalita.

10. TARIFFE BIGLIETTI

10.1
Tutte le tariffe si intendono stabilite con riferimento al primo mese antecedente la loro pubblicazione e sono di norma applicabili per tutta la stagione di competenza. Esse potranno tuttavia essere modificate in qualsiasi momento quando abbiano a verificarsi sensibili variazioni del costo della vita e/o del carico fiscale.
10.2
Tutte le tariffe non ordinarie e cioè tutte quelle che godono di agevolazioni potranno essere applicate solo su esibizione di idonea documentazione comprovante in modo inequivocabile la sussistenza dei requisiti richiesti per godere delle stesse. È altresì richiesta la presenza al momento dell’acquisto del beneficiario dell’agevolazione. La documentazione di cui sopra potrà essere richiesta anche dal personale addetto al controllo degli impianti o da ispettori della società.
10.3
I viaggiatori devono munirsi del prescritto Titolo di Viaggio prima di servirsi dell’impianto. Tale Titolo di Viaggio non può essere alterato o contraffatto, né usato in modo diverso da quanto stabilito dalle norme di utilizzo riportate nel presente regolamento. Il Titolo di Viaggio, ad esclusione delle tessere a punti e dei plurigiornalieri non consecutivi, è strettamente personale e pertanto non può essere utilizzato da persona diversa dal titolare e non può essere ceduto. I biglietti riscontrati irregolari o trovati in possesso di non aventi diritto saranno definitivamente ritirati, fatta salva l’applicazione delle sanzioni amministrative e penali previste dalla Legge, con particolare riferimento alle norme stabilite dalla legge regionale della Valle d’Aosta n. 20 del 18.04.2008.
10.4
I controlli sono demandati al personale della società che dispone anche di personale abilitato alle funzioni di responsabile di pubblico servizio.
10.5
L’acquisto del Titolo di Viaggio dà unicamente diritto ad utilizzare gli impianti corrispondenti, per le tratte indicate, nel giorno o nei giorni di validità previsti e secondo l’afflusso dei viaggiatori alla partenza degli impianti.
10.6
Quando il trasporto viene eseguito senza pagamento di corrispettivo, si intende fatto a puro titolo di liberalità e viene pertanto effettuato senza l’assunzione di alcun impegno o responsabilità.
10.7
Nessun tipo di biglietto viene rimborsato, neppure parzialmente, in caso di mancato utilizzo/impossibilità di utilizzo del Titolo di Viaggio per malattia o per atti, fatti o cause imputabili all’acquirente. Parimenti nessun rimborso o sostituzione viene effettuato in caso di smarrimento, deterioramento o distruzione, fatta eccezione per i biglietti deteriorati ma ancora identificabili che dovranno essere presentati alle casse per la sostituzione. In caso di smarrimento o furto dello stagionale, il Cliente è tenuto a darne immediata comunicazione alle biglietterie. Per il rilascio di un duplicato è richiesto il versamento di una somma di € 30,00 per spese di segreteria e amministrative e di € 5,00 per il rilascio della nuova tessera.
10.8
Il cliente deve verificare al momento del ritiro dello skipass la rispondenza della sua richiesta. Non è possibile cambiare successivamente o prolungare la durata delle tessere già utilizzate.

11. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

La presente, resa ai sensi degli articoli 13 e 14 GDPR 2016/679, è valida per tutte le tipologie di titoli di trasporto, come di seguito specificato. Per “biglietteria di stazione”, si intende l’insieme dei biglietti di trasporto validi esclusivamente per l’accesso ai comprensori gestiti dalla Società. Per “biglietteria di stazione con estensione VDA”, si intende l’insieme dei biglietti di trasporto che hanno validità anche negli altri comprensori della Valle d’Aosta, sulle funivie del Monte Bianco e nei comprensori di La Rosière, Alagna ed Alpe di Mera, per un numero limitato e predefinito di giorni. Per “biglietteria regionale”, si intende l’insieme dei biglietti di trasporto che hanno una validità nei comprensori della Valle d’Aosta, sulle funivie del Monte Bianco e nei comprensori di La Rosière, Alagna ed Alpe di Mera. Per “Stazione” si intendono i comprensori gestiti da Pila S.p.A.
Titolare del trattamento. Titolare del trattamento dei dati è la Pila S.p.A. con sede in Gressan (AO) Frazione Pila n. 16 in persona del Presidente del Consiglio di Amministrazione e Legale Rappresentante pro tempore
Responsabile della Protezione Dati. La Società ha provveduto a nominare un Respnsabile della Protezione dei Dati. I dati di contatto sono indicati nella sezione Privacy del sito internet della società Pila S.p.A. www.pila.it
Tipologia di dati trattati. Per procedere all’acquisto di titoli di trasporto viene richiesta la comunicazione di dati anagrafici e di contatto. Soltanto per alcune tipologie è richiesto il rilascio di una fotografia (al solo fine di verificare che l’accesso sia effettuato dall’avente diritto). Possono essere inoltre trattati eventuali dati bancari necessari al completamento del pagamento. Con finalità di marketing, a fronte di specifico consenso, possono essere trattati dati di contatto. Nell’ambito del sistema di videosorveglianza vengono trattate le immagini degli utenti. La rilevazione dei passaggi ai tornelli comporta il trattamento di dati di localizzazione o sulla posizione avviene mediante lettura degli identificativi di cui alla tecnologia RFID. Al fine di applicare eventuali agevolazioni tariffarie la Società può trattare – previo consenso dell’interessato – dati che l’art. 9 GDPR 2016/679 definisce “particolari” in quanto idonei a rivelare informazioni sullo stato di salute. Il trattamento dei suddetti dati è limitato esclusivamente ad effettuare la valutazione in merito all’applicabilità dell’agevolazione. Dati relativi alla salute possono essere trattati in caso di intervento di primo soccorso.
Fonte dei dati personali. I dati possono essere raccolti direttamente presso l’interessato oppure tramite i Contitolari del trattamento ovvero soggetti, persone fisiche o giuridiche, nominate Responsabili esterni del trattamento. La rilevazione dei passaggi ai tornelli viene effettuata in via telematica. Presso le aree gestite dalla Società è attivo un impianto di videosorveglianza: la raccolta delle immagini avviene elettronicamente (al riguardo si rimanda alla specifica informativa dedicata alla videosorveglianza)
Tipologia di dati trattati. Per procedere all’acquisto di titoli di trasporto viene richiesta la comunicazione di dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita e codice fiscale) e di dati di contatto (indirizzo di residenza). Soltanto per alcune tipologie è richiesto il rilascio di una fotografia (per verificare che l’accesso sia effettuato dall’avente diritto). Possono essere inoltre trattati eventuali dati bancari necessari al completamento del pagamento. Con finalità di marketing, a fronte di specifico consenso, possono essere trattati dati di contatto quali numero di telefono o indirizzo mail. Nell’ambito del sistema di videosorveglianza vengono trattate le immagini degli utenti. La rilevazione dei passaggi ai tornelli comporta il trattamento di dati di localizzazione o sulla posizione avviene mediante lettura degli identificativi di cui alla tecnologia RFID. Al fine di applicare eventuali agevolazioni tariffarie la Società può trattare – previo consenso dell’interessato – dati che l’art. 9 GDPR 2016/679 definisce “particolari” in quanto idonei a rivelare informazioni sullo stato di salute. Il trattamento dei suddetti dati è limitato esclusivamente ad effettuare la valutazione in merito all’applicabilità dell’agevolazione.
Rilevazione dei passaggi ai tornelli. Al fine di prevenire utilizzi illeciti dei titoli di viaggio e di agevolare l’eventuale ricerca di dispersi la Società ha adottato un sistema di rilevazione dei passaggi ai tornelli basato su tecnologia RFID. L’interazione tra il titolo di trasporto ed il lettore installato sul tornello consente il passaggio al varco “a mani libere” e consente di verificare l’abilitazione all’accesso. Lo strumento non rileva dati antropobiometrici e non memorizza i movimenti dell’utente all’interno delle piste da sci o dei percorsi escursionistici. Nel caso in cui la Società intendesse utilizzare i dati al fine di procedere con la profilazione delle preferenze dei clienti richiederà uno specifico consenso agli interessati
Finalità e base giuridica del trattamento. Il trattamento dei dati è svolto per le seguenti finalità: 1. Richieste di acquisto di titoli di trasporto e successivo rilascio; 2. Gestione dei pagamenti; 3. Adempimento degli obblighi civilistici, fiscali e contabili connessi al rilascio dei titoli di trasporto ed alla prestazione di eventuali operazioni di primo soccorso nei casi in cui sia previsto il pagamento di un corrispettivo; 4. Erogazione dei servizi di trasporto e garanzia di fruizione degli stessi da parte dell’acquirente; 5. Tutela del patrimonio aziendale attraverso l’ausilio di sistemi di videosorveglianza; 6. Tutela del patrimonio aziendale attraverso la verifica dell’utilizzo legittimo del titolo di viaggio tramite richiesta applicazione fotografia sul titolo di viaggio; 7. Tutela del patrimonio aziendale attraverso la verifica legittimo utilizzo del titolo di viaggio (richiesta applicazione fotografia sullo stesso); 8. Tutela del patrimonio aziendale mediante rilevazione dei passaggi ai tornelli; 9. Valutazione in merito all’applicabilità di sconti o agevolazioni tariffarie; 10. Attività di marketing e promozione di iniziative commerciali, prodotti e/o servizi; 11. Eventuale difesa di un diritto in sede giudiziaria ed ogniqualvolta risulti necessario accertare, esercitare o difendere un diritto del Titolare; 12. Eventuale attività di primo soccorso in caso di infortunio; 13. Elaborazione statistica dei dati al fine di sviluppare e migliorare i servizi offerti. In relazione alle finalità di cui ai punti 1,2 e 4 il trattamento è effettuato ai sensi dell’art. 6 paragrafo I lettera b) GDPR 2016/679 (trattamento necessario all’esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso); in relazione di quella di cui al punto 3 ai sensi dell’art. 6 paragrafo I lettera c) GDPR 2016/679 (trattamento necessario per adempiere ad un obbligo legale); con riferimento alle finalità sub 5,6,7,8, ed 11 ai sensi dell’art. 6 paragrafo I lettera f) GDPR 2016/679 (trattamento necessario per il perseguimento del legittimo interesse del titolare o di terzi); a quelli di cui al punto 12  sulla base degli articoli 6 paragrafo I lettera d) e 9 paragrafo II lettera c) GDPR 2016/679 (trattamento necessario per la salvaguardia di interessi vitali dell’interessato) mentre per i trattamenti di cui ai punti 9 e 10 sulla base di specifico consenso dell’interessato (art. 6 paragrafo I lettera a ed art. 9 paragrafo II lettera a GDPR 2016/679). I dati trattati per finalità statistiche sono anonimi.
Modalità di trattamento e periodo di conservazione. Il trattamento dei dati sarà svolto in forma manuale o elettronica su supporti cartacei o digitali nel rispetto di quanto previsto dall’art. 32 del GDPR 2016/679 in materia di misure di sicurezza. I dati raccolti per le finalità di cui ai punti 1,2,4 e 9 vengono conservati per tutta la durata del rapporto contrattuale e, successivamente, per un periodo di 3 anni. Decorso detto termine gli stessi vengono resi anonimi e conservati per finalità statistiche con la sola eccezione di quelli per cui, in adempimento delle finalità di cui al punto 3, è previsto un obbligo di conservazione per finalità fiscali o per adempimento ad obblighi normativi (periodo di conservazione: 10 anni). Le immagini raccolte mediante impianto di videosorveglianza vengono cancellate decorse 72 ore dalla raccolta; i dati raccolti per finalità di marketing vengono conservati sino a Sua opposizione o revoca del consenso prestato. I dati raccolti per le finalità di cui ai punti 7 ed 8 vengono conservati per 3 anni e successivamente anonimizzati e conservati per sole finalità statistiche. I dati raccolti per le finalità di cui al punto 12 vengono conservati per 10 anni se l’attività prevede un corrispettivo e la conseguente fatturazione; negli altri casi per 3 anni. In tutti i casi in cui sia necessario procedere in via giudiziale per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto del Titolare il periodo di conservazione prosegue sino al completamento dell’iter giudiziario.
Natura della raccolta. Il conferimento dei dati per l’attivazione e l’esecuzione del rapporto contrattuale ha natura obbligatoria: il rifiuto di fornirli comporterà l’impossibilità di procedere. In relazione alle finalità di promozione e marketing il conferimento è facoltativo: il mancato rilascio di consenso non pregiudica la conclusione del contratto.
Comunicazione dei dati. In adempimento alle finalità per cui sono raccolti o in adempimento ad obblighi di Legge, i dati possono essere comunicati a Organi della Società nonché a Persone giuridiche o Enti Pubblici quali, a titolo esemplificativo: i Contitolari del trattamento (nei limiti degli accordi sottoscritti con gli stessi); Istituti di credito; Compagnie di Assicurazione; soggetti che effettuano servizio di soccorso su pista), consulenti legali in ipotesi di contenzioso, all’Autorità giudiziaria a fronte di provvedimento motivato ovvero della necessità di tutela di un diritto del Titolare. Solo previo espresso consenso possono essere comunicati a terzi per finalità di marketing. Gli stessi potranno essere altresì comunicati ai soggetti che svolgono attività di trattamento per conto del Titolare nominati quali responsabili esterni ai sensi dell’art. 28 GDPR 2016/679 ed ai dipendenti autorizzati ai sensi dell’art. 29 GDPR 2016/679.

Diritti degli interessati. La Società garantisce agli interessati l’esercizio del diritto di accesso ai sensi dell’art. 15 GDPR 2016/679 e, ove applicabili, dei diritti di rettifica, cancellazione, limitazione di trattamento, portabilità dei dati, di opposizione al trattamento (artt. 16, 17,18, 20 e 21 GDPR 2016/679) e di revoca del consenso. Fatto salvo ogni altro ricorso amministrativo o giurisdizionale, qualora dovesse ritenere che il trattamento dei dati venga effettuato in violazione della normativa di riferimento, ogni interessato ha diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali seguendo le indicazioni pubblicate sul sito web www.garanteprivacy.it. Le richieste di esercizio dei diritti sopra esposti devono essere inviate in forma scritta, a mezzo raccomandata, presso la sede della Società ovvero mediante comunicazione al Responsabile Protezione Dati.

Pila S.p.A.
La Direzione

  • Scarica qui il Regolamento generale e di trasporto

    Scarica